I carabinieri hanno arrestato a Ivrea un uomo originario della Colombia di 38 anni, professione badante. Nei confronti dell’uomo il tribunale di Milano ha emesso un ordine di custodia cautelare per una rapina commessa lo scorso 12 marzo a Truccazzano (in provincia di Milano) ai danni di una pensionata di 82 anni. Il badante non aveva esitato a colpire la donna con diversi pugni per rubarle una borsa contenente 21mila euro. Quel giorno l’anziana aveva appena prelevato l’ingente somma dalla propria filiale di banca: il colombiano, che conosceva gli spostamenti della pensionata, l’aveva seguita fin sotto casa e poi aggredita a volto scoperto.

L'uomo, dopo la rapina, è riuscito a far perdere le tracce. L'anziana, sotto shock, è comunque riuscita a riconoscerlo quando i carabinieri di Melzo le hanno mostrato una fotografia. Il colombiano, infatti, era stato identificato grazie all’analisi delle celle telefoniche. Solo dopo il riconoscimento della foto, però, è stato possibile associare quel numero di telefono al volto del 38enne, già da tempo residente a Ivrea.

Le indagini sono rimaste "congelate" per mesi dal momento che l'uomo, dopo il colpo, è tornato in Colombia. L'arresto è avvenuto subito dopo il suo rientro in Italia. I carabinieri, allertati dalle autorità aeroportuali, hanno seguito l'autore della rapina ai danni della povera pensionata e l'altra mattina sono andati a bussare alla porta del suo alloggio di Ivrea. Alla vista dei militari il 38enne è rimasto sorpreso. Pensava, evidentemente, di essere riuscito a farla franca. (Marco Mussini)

Galleria fotografica

Articoli correlati