Condotta della scuola corretta: le due gemelline non vaccinate non potevano entrare in aula. Il tribunale di Ivrea ha respinto il ricorso contro la scuola dell'infanzia Villa Girelli presentato da Chiara Tinuzzo, la mamma delle due gemelline non in regola con le vaccinazioni obbligatorie. Il giudice Matteo Buffoni ha riconosciuto «la piena legittimità del provvedimento con cui la cooperativa ha opposto l'accesso alla struttura» di fronte ai mancati adempimenti previsti per le vaccinazioni dei bambini.

Chiara Tinuzzo, pur non essendolo, era diventata idealmente paladina dei no vax di tutta Italia. Dopo l'esclusione delle bimbe dalla scuola si piazzò davanti al plesso continuando per giorni uno sciopero della fame e ricevendo solidarietà e messaggi da tutta Italia. Venne anche organizzata una fiaccolata per le vie di Ivrea alla quale parteciparono diverse centinaia di persone arrivate da diverse regioni d'Italia. La sensibilizzazione sul tema, però, non ha modificato la decisione del tribunale.

Galleria fotografica

Articoli correlati