IVREA - I carabinieri della compagnia di Ivrea hanno denunciato alla procura due giovani, di 20 e i 22 anni, residenti a Ivrea e Samone, autori dell’aggressione avvenuta pochi giorni fa, in pieno centro di Ivrea, nei confronti di un autista di un autobus Gtt e di un cittadino, intervenuto in suo aiuto durante l’aggressione (link sotto).

I giovani, già noti alle forze dell’ordine anche per analoghi precedenti episodi, si erano resi responsabili, nella sera del 24 giugno, del grave episodio di violenza sull’autobus della linea 5 - nella tratta Lago Sirio Quassolo – inveendo inizialmente nei confronti dell’autista che aveva chiesto loro di indossare le mascherine di protezione, prima di prenderlo a calci e pugni. Stessa sorte era toccata a un testimone, un uomo di 55 anni, che dal marciapiede vicino alla fermata aveva assistito alla scena e aveva  chiamato il 112.  

Nella circostanza, i militari dell’Arma, utilizzando gli elementi descrittivi forniti dai testimoni e dalle vittime e visionando le riprese delle telecamere di sorveglianza installate a bordo dei mezzi della Gtt nei giorni antecedenti all’evento (la sera dell’aggressione il sistema video non aveva, infatti, registrato l’accaduto), sono riusciti a risalire e individuare i due aggressori. I due bulli sono stati denunciati alla Procura di Ivrea per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale in concorso.

Galleria fotografica

Articoli correlati