A tre settimane dall'ultimo arresto, un 51enne di Ivrea è finito nuovamente in manette, domenica scorsa, per atti persecutori nei confronti dell'ex fidanzata e resistenza a pubblico ufficiale. Nella notte tra sabato e domenica, infatti, il 51enne, nonostante il divieto imposto dal tribunale, si è avvicinato ai luoghi frequentati dall'ex compagna e, nel cuore della notte, si è presentato nei pressi dell'alloggio che un tempo condivideva con la 35enne, sfondando la porta all'ingresso.

La vittima delle minacce ha subito chiamato la polizia. Poco dopo l'uomo è stato bloccato dagli agenti del commissariato d'Ivrea. Nell'abitazione dell'ex compagna ha lasciato diverse impronte che hanno confermato la versione dei fatti fornita dalla donna. Al vaglio degli investigatori, coordinati dal vicequestore Giorgio Pozza, anche altre segnalazioni di minacce e aggressioni che potrebbero aggravare ulteriormente la posizione dell'uomo.

Vista la reiterazione del reato, è possibile che il giudice del tribunale di Ivrea decida per una misura ben più severa del divieto di avvicinamento all'ex fidanzata. Il 51enne, per maltrattamenti, era stato arrestato anche ad aprile. Vittima sempre l'ex compagna.

Galleria fotografica

Articoli correlati