Nella suggestiva Piazza del Duomo di Ivrea, l'Associazione Artistico Culturale "Il Diamante" Sabato 24 Dicembre ha proposto con soddisfazione la prima edizione della Sacra Rappresentazione Medievale della natività di Gesù. Il Direttore Artistico, Davide Mindo, ideatore delle Sacre Rappresentazioni Medievali di Ivrea, ha potuto contare sulla ben collaudata collaborazione del Gruppo Storico del Canavese "IJ Ruset", Il Gruppo Storico I Vallesa di Montalto, la Via Francigena di Sigerico, la Compagnia Teatrale dello Scorpione, Regina Ypa, Omnia Group e San Bernardo Solution. Accompagnati dalla suggestione dei canti Gregoriani, una trentina di figuranti medievali, tra cui alcuni bambini di bianco vestiti per meglio rappresentare gli angioletti, hanno dato vita ad una rappresentazione molto toccante e coinvolgente.
 
Non un presepe vivente ma piuttosto un quadro vivente della celebrazione del Natale nell'antica Yporegia del 1200, quando i monaci benedettini davano vita a queste rappresentazioni per meglio diffondere la dottrina cristiana tra i fedeli, attraverso gli episodi più significativi della Cristianità come la Nascita, la Morte e la Resurrezione di Gesù Cristo. A distanza di ben 8 secoli, molti sono stati gli spettatori che nel corso della serata hanno accolto l'invito dell'Associazione di raggiungere la piazza del Duomo con una candela accesa, simbolico legame tra passato e presente nella tradizione della notte santa.
 
Durante la Messa il Vescovo di Ivrea monsignor Edoardo Aldo Cerrato ha sottolineato con soddisfazione la riuscita della manifestazione e l'attaccamento che gli eporediesi hanno dimostrato anche in questa occasione alla propria tradizione cristiana, strettamente legata alla storia medievale della città. Al termine della funzione liturgica, Il pubblico ha molto gradito la distribuzione di vin brûlé, the, panettone e soprattutto dell'Yporegino, il nuovo biscotto delle Sacre Rappresentazioni Medievali di Ivrea. L'idea del biscotto riprende l'antica usanza del 1200 e per la sua realizzazione l'associazione ha potuto contare sulla collaborazione di "Regina Ypa" che ne ha ideato la ricetta a base di farina di canapa, e della ditta Seinox che ha realizzato l'originale stampo a forma di castello con tre torri.
 
Il poliedrico Attore e Presentatore Canavesano Davide Mindo, che ha ricoperto il ruolo di regista ed interprete principale nelle vesti del Monaco Benedettino, ha così commentato a fine serata: «Ringrazio tutti coloro che hanno permesso la realizzazione dell'evento e collaborato attivamente alla sua riuscita. Sono molto contento della partecipazione da parte degli spettatori che sono stati di fatto parte attiva della rappresentazione stessa. E' stato molto emozionante veder brillare nella Notte Santa molte candele accese».

Galleria fotografica

Articoli correlati