Ivrea nel caos. Traffico a tutte le ore, code chilometriche, centro congestionato ed inevitabili (quanto doverose) proteste. Con la nuova rotonda di porta Vercelli, al posto del semaforo, e i lavori in corso sul Terzo Ponte, il traffico è andato rapidamente in tilt. Da corso Nigra a corso Massimo d’Azeglio, circa un chilometro in linea d’aria, nelle ore di maggior afflusso ci si impiega, in auto, quasi un’ora.

Le immagini, tratte da alcune pagine Facebook su Ivrea, parlano chiaro. E i cittadini, giustamente, si sfogano: anche per via dell'inquinamento. Con le auto in fila per decine di minuti è facile prevedere un netto peggioramento della qualità dell'aria. A tutto discapito dei residenti.

A peggiorare la situazione, come detto, i lavori sul terzo ponte che, fino a venerdì 26 prevedono il divieto di circolazione a tutte le categorie di veicoli, sulla rampa di accesso al viadotto XXV Aprile dal piazzale del Cimitero, l'attuazione del senso unico alternato di marcia sul tratto di carreggiata compreso tra la rampa di accesso al Viadotto XXV Aprile dal piazzale del Cimitero e la rampa di discesa verso la rotonda dell'area ex Montefibre. La viabilità alternativa, fin qui, non ha retto al grosso afflusso di mezzi.

Galleria fotografica

Articoli correlati