LEINI - Due fratelli di 20 e 29 anni residenti a Leini sono finiti nei guai per estorsione. Il primo è stato arrestato. Il secondo se l'è cavata con una denuncia a piede libero. E' il bilancio delle indagini coordinate dai carabinieri di Leini dopo la segnalazione di un imprenditore del posto. 

Quest'ultimo avrebbe voluto organizzare una festa con alcuni amici e una escort. Per trovare la ragazza si era infatti rivolto ai due fratelli. Quando l'uomo ha fatto marcia indietro, i due giovani hanno iniziato a minacciarlo, pretendendo comunque di essere pagati anche se la festa, alla fine, non si è svolta.

Le minacce, in un paio di occasioni, si sono fatte davvero pesanti tanto che i due fratelli, per farsi consegnare 180 euro per il «disturbo» di aver contattato una escort, si sono anche presentati a casa dell'imprenditore. In un caso hanno sfasciato le telecamere di sicurezza, nell'altro hanno minacciato di dare fuoco all'abitazione. 

Dopo l'ultimo episodio l'uomo ha raccontato tutto ai carabinieri di Leini. L'altro giorno, in paese, la vittima e i due fratelli si sono dati appuntamento per la consegna dei 180 euro. Solo che quando i due hanno messo le mani sui soldi sono arrivati i carabinieri. Per il più giovane è scattato l'arresto.

Galleria fotografica

Articoli correlati