I restauri del campanile della chiesa di Leini proseguono rispettando la cronotabella dell'intervento. Ad aggiornare la comunità leinicese sull'andamento dei cantieri è stato, questa mattina attraverso i social, il parroco don Pierantonio Garbiglia. «I lavori di restauro esterno procedono - conferma il sacerdote - sono lavori certosini. Nel prossimo mese è previsto il consolidamento della soletta della cella campanaria e il restauro del tettuccio del campanile».

Se verrà rispettata la tabella di marcia, con le campane ripulite, il nuovo castello campanario, i motori e le linee che saranno collocate a inizio dicembre, è possibile che per Natale tornino a suonare le campane che hanno scandito per tanti anni le giornate dei leinicesi. A metà settembre è stato anche effettuato un sopralluogo delle Belle Arti che ha dato il via libera al cantiere.

«A fine settembre è arrivato il decreto della Cei di attribuzione del contributo di 170mila euro (fondi dell'otto per 1000) - spiega ancora il parroco - quindi solo ad inizio ottobre abbiamo potuto depositare in Comune la scia (se lo avessimo fatto prima avremmo perso il contributo Cei e non potevamo permettercelo). Un grazie particolare ai benefattori (tanti), allo studio Archingegno di Leini, al Consorzio San Luca di Torino e alla ditta Trebino di Genova».

Galleria fotografica

Articoli correlati