Maglie della Ferrari rubate, recuperate dai carabinieri di Leini al termine di un'indagine che ha portato i militari dell'Arma in diversi Comuni del torinese. Le indagini sono partite da un allacciamento abusivo alla rete elettrica, segnalato dai tecnici dell'Enel ai carabinieri. Un primo controllo ha riguardato un alloggio di Mappano.

Poi gli accertamenti, che hanno coinvolto diverse famiglie di etnia sinti, hanno portato i carabinieri di Leini, coadiuvati dai colleghi di Caselle e Corio, in altri Comuni della zona. Durante le perquisizioni sono spuntate 45 magliette rosse e nere di diverse taglie con il marchio della scuderia Ferrari. Valore complessivo della merce rubata di circa 1500 euro, considerata anche l'elevata richiesta di quel tipo di vestiario. E' possibile che i nomadi stessero organizzando di piazzare quelle magliette sul mercato nero.

Un uomo e due donne di etnia sinti sono stati denunciati. L'uomo è anche già noto alle forze dell'ordine. Toccherà adesso ai carabinieri di Leini capire la provenienza di quelle magliette con la griffe Ferrari ed eventualmente risalire al negozio o al magazzino dal quale sono state fatte sparire.

Galleria fotografica

Articoli correlati