Sono serie le condizioni di vita di un uomo di 56 anni che nella notte, in via San Meinerio, ha tentato di spegnere un incendio all'interno della propria abitazione di Locana ed è rimasto intossicato. L'episodio si è verificato intorno alle 3, nella notte tra martedì e mercoledì. L'uomo si trovava solo all'interno della casa quando, per cause ancora in fase di accertamento, sono divampate le fiamme.

Svegliato nel cuore della notte il 56enne ha tentato di domare il rogo ma ha inalato i fumi. Alcuni vicini di casa, svegliati dal trambusto, hanno visto il fumo e hanno chiamato i soccorsi. Sul posto hanno operato per alcune ore i vigili del fuoco di Ivrea, San Maurizio Canavese e Castellamonte che sono riusciti a domare l'incendio e ad evitare che potesse estendersi alle abitazioni circostanti. Accertamenti dei carabinieri in corso per chiarire le cause dell'incendio. La casa è andata completamente distrutta.

Il 56enne, invece, stabilizzato sul posto dal personale del 118 è stato trasportato fino a Pont Canavese dove, con l'elicottero, è stato successivamente portato all'ospedale Molinette di Torino. Le sue condizioni sono costantemente monitorate dai medici. E' stato destinato ad una serie di trattamenti in camera iperbarica. Non è in pericolo di vita.

Galleria fotografica

Articoli correlati