Decine e decine gli interventi dei vigili del fuoco e delle squadre della protezione civile, nella notte, per far fronte a numerose emergenze su tutto il territorio del Canavese. Numerosi paesi sono rimasti senza corrente. Rivara, Rivarossa, alcune zone di Valperga e i paesi della Valle Soana dove il vento ha sradicato una grossa porzione della linea elettrica Enel. A Ronco Canavese la furia di acqua e vento ha spazzato via un ponte (nella foto). Problemi di fornitura idrica anche in altri Comuni della zona. Senza acqua, ad esempio, Cuorgnè dove i tecnici della Smat hanno lavorato dalle prime luci dell’alba per ridare pressione all’intera rete.

“Buona parte delle zone agricole è stata impattata in maniera considerevole con tetti scoperchiati e raccolti compromessi - fanno invece sapere dal Comune di Favria - stiamo continuando a monitorare la situazione con la Protezione Civile e oggi faremo una consuntivazione più capillare dei danni. Massima prudenza per chi si sposta soprattutto per la presenza di detriti di vario genere nelle strade”. Danni anche a Maglione, nell’eporediese, come dimostrano le immagini sotto degli alberi sradicati.

A Rivarossa, visto il black-out elettrico, il Comune ha deciso di chiudere le scuole. In montagna da segnalare una nuova nevicata. Fiocchi bianchi anche a Piamprato, in Valle Soana.

Secondo le previsioni di Arpa Piemonte è atteso un progressivo peggioramento delle condizioni meteo da mercoledì mattina e risulterà nuovamente marcato sulle stesse zone interessate dalle precipitazioni più intense nelle ultime 48 ore; nello specifico dapprima sullo spartiacque appenninico e poi, soprattutto dalla serata, anche sull'alto Piemonte.

Galleria fotografica

Articoli correlati