I paesaggi italiani, oltre a essere ambienti di vita quotidiana, sono uno straordinario elemento identitario, capace di contribuire alla creazione di una coscienza civica diffusa e al benessere dei territori e dei loro abitanti. Sono la parte più estesa e compiuta del patrimonio culturale del nostro Paese. Promuovere e diffondere la loro conoscenza e il loro valore storico, culturale, ambientale e sociale sono azioni fondamentali per rafforzare il senso di appartenenza dei cittadini e per stimolare un loro coinvolgimento attivo nella tutela dei beni comuni. E proprio in quest’ottica domenica 15 settembre 2019 il FAI - Fondo Ambiente Italiano, coerentemente con la sua missione, organizza in collaborazione con Fondazione Zegna la sesta edizione della “Giornata del Panorama”, evento dedicato all’osservazione attenta e consapevole del paesaggio.

Protagonisti della manifestazione saranno gli affascinanti panorami che si godono da sei Beni del FAI – Castello e Parco di Masino a Caravino, Villa Flecchia e Collezione Enrico a Magnano (BI), Podere Case Lovara a Punta Mesco, Levanto (SP), Bosco di San Francesco ad Assisi (PG), Baia di Ieranto a Massa Lubrense (NA) e Saline Conti Vecchi ad Assemini (CA) – a cui si aggiunge l’Oasi Zegna a Trivero (BI), imponente progetto di valorizzazione ambientale e sociale voluto da Ermenegildo Zegna e patrocinato dal FAI.

Tre gli appuntamenti piemontesi in programma. Quello al Castello e Parco di Masino, in collaborazione con l'Ecomuseo AMI, permetterà – dalle ore 10 alle 18 - di approfondire la conoscenza dell'Anfiteatro Morenico della Serra di Ivrea, formazione geologica tra le più grandi in Europa e unica nel suo genere: alle ore 11.30, 15 e 16.30 il pubblico, guidato da esperti, sarà invitato ad affacciarsi dalla balconata a ferro di cavallo del Castello – da sempre conosciuto come il “belvedere del Canavese” - e ad apprezzare “da lontano” la morfologia e la storia sociale del paesaggio, a partire dalla descrizione della sua composizione geologica fino al racconto della vita degli artigiani che custodiscono l'arte della posa delle pietre sul manto stradale. Alle ore 10.30, 14.30 e 16 ci sarà invece spazio per uno sguardo più “da vicino” grazie a un percorso nel Parco storico del Castello, a cura del capo giardiniere, che ne spiegherà segreti e particolarità.

L’Anfiteatro Morenico della Serra d’Ivrea sarà protagonista anche a Villa Flecchia, ma da un’altra prospettiva: il suggestivo panorama che regala il giardino della dimora, situata sul crinale della Serra, abbraccia infatti l’intero Biellese e, dall’altro lato, il lago di Viverone e il Canavese. Qui l’esplorazione del territorio si farà attraverso l’arte: la villa ospita la preziosa collezione frutto della passione dell’architetto Piero Enrico, con oltre 60 dipinti che raccontano l’evolversi della cultura figurativa italiana e piemontese, realizzati tra Ottocento e Novecento da artisti con una comune passione per il paesaggio, quali tra gli altri Antonio Fontanesi e Lorenzo Delleani, oggi considerati tra i grandi maestri del XIX secolo.

Per informazioni: www.giornatadelpanorama.it; www.fondoambiente.it ; www.oasizegna.com.

Galleria fotografica

Articoli correlati