Il 31 agosto si concluderà l'estate meteorologica 2017 in Piemonte, una delle più calde dopo quella del 2003. In questa ultima decade di agosto si è verificata un'ulteriore ondata di calore determinata da una nuova espansione verso il Mediterraneo di un promontorio anticiclonico di matrice africana - fanno sapere dall'Arpa Piemonte - le temperature massime sono risultate superiori di circa 4-5 gradi rispetto alla norma del periodo 1971-2000, con picchi di 7-8 gradi sulle Alpi occidentali e sul settore appenninico.
 
Domenica scorsa le massime in pianura sono risultate mediamente intorno ai 34 gradi, con punte superiori ai 38 gradi. L'anticiclone subirà una temporanea flessione sul suo bordo orientale a causa della discesa di una saccatura dall’Europa verso l’Adriatico ma le temperature rimarranno ancora elevate fino a mercoledì. Per giovedì è previsto l’avvicinamento all’arco alpino occidentale di una vasta area depressionaria di origine atlantica che dovrebbe determinare fenomeni temporaleschi sui settori alpini e prealpini e sulle zone pianeggianti adiacenti; ci sarà un primo calo delle temperature, più marcato nei giorni successivi.
 
Giovedì, già dal mattino, sono previsti rovesci e temporali a ridosso dei rilievi alpini, in estensione alle pianure nel corso della giornata. Venerdì, invece, sono previsti temporali diffusi al mattino, generalmente moderati o forti. Nel pomeriggio sono attesi rovesci e temporali sparsi al più moderati.

Galleria fotografica

Articoli correlati