Sono Antonio De Meo, 46 anni, e il figlio Matteo di 25, entrambi residenti a Cossano Canavese (foto sotto), i due arrestati per l'omicidio di Gabriele Raimondi, 47 anni di San Giusto, avvenuto sabato sera a Montalenghe. I due hanno sparato tra i tre e cinque colpi nella villetta di strada San Giorgio.
 
Probabilmente non era Raimondi il bersaglio dell'agguato che è stato raggiunto da un solo colpo di pistola. L'uomo si trovava nel cortile per alcuni lavori di giardinaggio. Ha tentato di nascondersi dietro a un muretto ma è stato colpito alla schiena. La sera prima nella stessa strada erano stati esplosi dodici colpi contro la stessa villetta. Sul movente è probabile che abbiano armato la mano degli omicidi questioni economiche e screzi personali con i proprietari di casa, una nota famiglia di sinti della zona.
 
In meno di 48 ore i carabinieri del nucleo investigativo di Torino, insieme ai colleghi della compagnia di Ivrea, hanno chiuso il cerchio delle indagini.

Galleria fotografica

Articoli correlati