Domenica scorsa la comunità di Muriaglio ha tributato il doveroso omaggio a due persone che per il paese hanno dato tanto. Mauro Zucca Pol, scomparso un anno e mezzo fa a soli 50 anni, e la dottoressa Marina Rovetto, scomparsa nel 2016 a 63 anni. Muriaglio ha dedicato a Zucca Pol e alla Rovetto due opere in ceramica. Una si trova all'ingresso della Terrazza ed è quella che ricorda l’ex presidente della Società di mutuo soccorso. L'altra, invece, dedicata alla dottoressa, si trova nell’area verde della frazione a lei intitolata.

Tanta commozione ha accompagnato le celebrazioni. «Commozione necessaria - hanno detto i promotori dell'iniziativa - per trasmettere e tramandare memoria di chi partecipato attivamente alla vita sociale di questo paese». Presenti anche il sindaco di Castellamonte, Pasquale Mazza, l'assessore Marco Bernardi Ghisla, il consigliere Claudio Bethaz e il parroco don Angelo Bianchi. Le due opere in ceramica, eccellenza di Castellamonte, sono state realizzate da Sandra Baruzzi e Guglielmo Marthyn.

«Mauro ci ha lasciato troppo presto una grande eredità: la consapevolezza che vivere vuol dire condividere, rinunciare ai particolarismi in favore della collettività e credere nelle proprie convinzioni fino in fondo. Ci piace ricordarlo con il suo sorriso contagioso e l’instancabile volontà di fare del bene a qualunque costo. Marina è stata la dottoressa del paese per oltre 30 anni, ma non era solo un medico che trattava le patologie. Lei sapeva ascoltare le storie dei propri pazienti che conosceva uno ad uno ed era capace di trovare una ricetta su misura per tutti. La professione, in lei, aveva il sapore di una vera e propria missione. Mauro e Marina erano legati nel profondo con fraterno affetto. Ed è per questo che ci piace ricordarlo oggi insieme».

Galleria fotografica

Articoli correlati