Condanna a 30 anni di carcere per Gabriele Defilippi. La sentenza di primo grado nel processo per l'omicidio della povera professoressa di Castellamonte, Gloria Rosboch, è arrivata questa mattina. Accolta solo in parte la richiesta della procura di Ivrea. L'esecutore materiale del delitto, l'ex allievo della professoressa, è stato condannato a 30 anni, il massimo con il rito abbreviato. Reo-confesso, Gabriele Defilippi è stato giudicato sano di mente dal giudice. Respinte le richieste dei legali della difesa che ne avevano chiesto l'assoluzione. Dopo la sentenza, l'assassino è tornato immediatamente in carcere.

19 anni, invece, per il complice Roberto Obert.

Accolto il patteggiamento per Efisia Rossignoli, la telefonista della truffa. Ha patteggiato un anno e undici mesi con la condizionale. 

Andrà invece a processo la madre di Gabriele Defilippi: Caterina Abbattista, infatti è stata rinviata a giudizio con rito ordinario. Dovrà rispondere di concorso in omicidio.

Galleria fotografica

Articoli correlati