Inizia questa mattina a Ivrea, con l'audizione dei genitori di Gloria Rosboch, papà Ettore e mamma Marisa, il processo a carico di Caterina Abbattista, accusata di concorso in omicidio e truffa. La Abbattista è la madre di Gabriele Defilippi, reoconfesso autore dell'omicidio di Gloria Rosboch insieme al complice Roberto Obert (già condannati a trenta e diciannove anni in primo grado). Una trentina i testimoni che sfileranno davanti al giudice per il processo in corte d'Assise.

Secondo i legali della donna, Tommaso Levi e Gianpaolo Zancan, la Abbattista non ha alcuna responsabilità in quello che è accaduto a Gloria Rosboch. Per la procura, invece, la donna era la mente del disegno criminoso, iniziato con la truffa da 187 mila euro ai danni della povera insegnante di Castellamonte. Poi la vicenda ha preso una piega drammatica fino al giorno dell'omicidio. Secondo l'accusa anche la Abbattista ha avuto un suo ruolo nel delitto. Ora toccherà al processo chiarire tutti gli aspetti ancora oscuri della vicenda.

Nel corso del processo saranno sentiti il figlio minorenne della Abbattista (specie in merito a presunti contatti telefonici con l’ex fidanzata del fratello maggiore), così come saranno chiamati in aula Gabriele Defilippi, il complice Roberto Obert (condannato col rito abbreviato a 19 anni di reclusione) e naturalmente Sofia Sabou, ex fidanzata di Gabriele. Prossima udienza il 22 dicembre.

Galleria fotografica

Articoli correlati