Trent'anni di carcere per Gabriele Defilippi, autore dell'omicidio della professoressa Gloria Rosboch di Castellamonte. Questa mattina la Corte d'Appello di Torino ha confermato la sentenza di primo grado emessa l'anno scorso dal tribunale di Ivrea. Trent'anni di reclusione, il massimo della pena per il 25enne di Gassino che, per evitare l'ergastolo, si era fatto giudicare con il ritro abbreviato.

La sentenza d'Appello è stata pronunciata oggi, venerdì 14 dicembre. La procura generale aveva chiesto per Defilippi la conferma della condanna di primo grado: richiesta accolta.

Pena ridotta, invece, ma solo di tre mesi per Roberto Obert di Forno Canavese, 56 anni, amante e complice di Defilippi nel delitto della povera professoressa di Castellamonte. In primo grado il tribunale di Ivrea lo aveva condannato a 19 anni di reclusione.

Galleria fotografica

Articoli correlati