CASTELLAMONTE - Gabriele Defilippi, l'assassino della professoressa Gloria Rosboch di Castellamonte, è risultato positivo al tampone del coronavirus. Come da prassi ne è stata disposta la scarcerazione e il trasferimento nell'abitazione di un familiare.

Resterà agli arresti domiciliari almeno per il periodo di quarantena. L'ex allievo della professoressa sta scontando nel carcere delle Vallette, a Torino, la pena definitiva di 30 anni di reclusione. Pena confermata in tutti e tre i gradi di giudizio.

Le sue condizioni di salute saranno monitorate quotidianamente e solo in caso si aggravino scatterà il ricovero in ospedale. La scarcerazione è stata disposta dal Tribunale di Sorveglianza di Torino. Terminato il periodo di quarantena farà ritorno alle Vallette.

Galleria fotografica

Articoli correlati