PAVONE CANAVESE - Ci sono voluti oltre due anni per chiudere le indagini sulla sparatoria del giugno 2019 a Pavone Canavese nel corso della quale rimase ucciso Ion Stavila, un 24enne moldavo, sorpreso durante un furto in tabaccheria dal proprietario, Franco Iachi Bonvin, 69 anni. Era la notte tra il 6 e il 7 giugno del 2019. Il tabaccaio, che abita sopra il negozio, sorprese i malviventi e, secondo le perizie, sparò diversi colpi dal balcone di casa.

Tra questi anche quello che colpì mortalmente il moldavo. Il suo corpo venne ritrovato dalla polizia sul marciapiede di fronte al cortile della tabaccheria. Per Iachi Bonvin, dopo oltre due anni di accertamenti, la procura ha poi confermato l'accusa di eccesso colposo di legittima difesa. L'arma usata era comunque regolarmente detenuta.

Ci sono poi altri due indagati che quella notte avevano partecipato insieme alla vittima al furto: un 27enne moldavo che risulta irreperibile e un altro complice che, dopo due anni, non è stato ancora identificato. Ad entrambi la procura contesta il furto aggravato. Farebbero parte di una banda specializzata nei furti ai negozi e alle tabaccherie. 

Galleria fotografica

Articoli correlati