Dall'inizio dei lavori nel 2010 per la costruzione di quella seggiovia, la Ciavanassa, che doveva collegare le montagne del Canavese con la Valle d'Aosta, sono passati gli anni e sono lievitati i costi fino a raggiungere la notevole cifra di 2,2mln di euro. Per una seggiovia senza una strada per poterla raggiungere.

Il Comune di Valprato ha così virato per la scelta estiva: trasformare le piste da sci in piste da downhill. In Canavese, piste con queste caratteristiche non ci sono. "Quelle di Piamprato saranno le uniche piste di downhill del Canavese" spiega il sindaco Francesco Bozzato, " così facendo l'offerta turistica della Valle Soana diventa sempre più ricca".

Il weekend scorso, quindi, c'è stata la tanto attesa inaugurazione, e nonostante il tempo decisamente poco clemente si è vista una ottima affluenza di pubblico e bikers, pronti a cimentarsi con una delle discipline a due ruote più adrenaliniche.

I ragazzi che vorranno cimentarsi con la discesa in bici avranno quindi una seggiovia dotata di ganci di trasporto per la mountain nike e, una volta arrivati sulla sommità, potranno lanciarsi in discesa libera sulle piste situate sul fianco della montagna.

La seggiovia e la struttura ricettiva adibita a bar-ristorante saranno aperti tutti i weekend di luglio e settembre e tutti i giorni delle settimane centrali di agosto con orario 9.30 - 17.30.

 

Galleria fotografica

Articoli correlati