A Pont Canavese, nel pomeriggio di mercoledì, intorno alle 18, una nonnina di 85 anni ha messo in fuga due ladri intenti a salire sul balcone per introdursi all'interno dell'abitazione. Recentemente il paese è diventato oggetto di innumerevoli attenzioni da parte dei ladri, soprattutto nella zona che dalla stazione, percorrendo via Roma, porta all’oltre Soana. In questo luogo, in particolare in via Santa Maria e in zona Doblazio, i furfanti hanno deciso di agire ripetutamente.
 
L'altra sera, dopo aver già svaligiato una casa, si sono diretti verso l'alloggio della pensionata, ma sono stati sentiti e colti sul fatto. L’anziana, seppur terrorizzata, ha prontamente chiamato i carabinieri e i due malviventi hanno deciso di scappare. I militari dell'Arma sono giunti rapidamente sul posto e non si sono fatti sfuggire un importantissimo dettaglio: uno dei due ladri, per spronare alla fuga il suo compagno, si è fatto scappare una parola in dialetto «daila» - "scappa, lasciamo stare" - un’espressione «tipica» che fa parte di una delle tante parlate altocanavesane.
 
Le indagini sono al momento in corso. Purtroppo da oltre un mese nella zona di Pont, Sparone, Salto e Campore (Cuorgnè) sono stati segnalati furti a ripetizione. Tanto che molti residenti, anche attraverso i social, hanno minacciato il ricorso a delle vere e proprie «ronde». Per ora l'attenzione resta alta, da parte dei pontesi ma anche delle forze dell'ordine. Fin qui, purtroppo, i ladri sono stati più lesti. (F.i.)

Galleria fotografica

Articoli correlati