Idioti nuovamente in azione all'Alpe Bellono, rifugio sopra Prascorsano. Solo che questa volta, contrariamente a quanto avvenuto a dicembre, pare proprio che volti e nomi degli autori dell'ennesimo raid vandalico siano noti. Lo conferma il messaggio dell'amministrazione comunale di Prascorsano che, prese le dovute contromisure dopo l'assalto di due mesi fa, ha invitato gli idioti a costituirsi.
 
«Questo è il risultato dell'ultimo fine settimana all'Alpe Bellono - scrive l'amministrazione pubblicando, sulla propria pagina Facebook, le immagini che trovate sotto - vandali in azione, sprezzanti del lavoro e delle proprietà altrui, senza il minimo senso del rispetto e dell'educazione verso un bene comune. Queste sono le generazioni che crescono, bestie degne della miglior scenografia di un film horror. Gli animali che avevano appresso erano sicuramente più educati di loro».
 
Parole decisamente eloquenti. Poi l'invito a costituirsi: «A differenza di quanto accaduto a dicembre, questa volta sappiamo a chi rivolgerci. Pertanto invitiamo gli autori di tutto ciò a farsi un bell'esame di coscienza e ad autodenunciarsi contattando il Comune; nel mentre si procederà a sporgere denuncia nei loro confronti».

Galleria fotografica

Articoli correlati