Sulla chiusura dell’autostrada Torino-Aosta di ieri, la Sav, concessionaria del tratto valdostano della A5 fino a Quincinetto, conferma di aver seguito tutte le procedure del caso per garantire la sicurezza degli automobilisti. “I sistemi integrati di monitoraggio adottati dalla Concessionaria SAV hanno consentito di evidenziare in tempo reale l’accelerazione di un evento franoso in località Chiappetti (Quincinetto) che ha portato, secondo i protocolli di sicurezza e prevenzione adottati dalla Società, alla chiusura precauzionale del tratto autostradale, riaperto in una corsia per senso di marcia sulla carreggiata.

Dalle ore 11.00 e fino alle ore 17.00, SAV, Società Autostrade Valdostane, ha provveduto alla chiusura del tratto autostradale tra Quincinetto e Pont Saint Martin per una lunghezza di circa 4 km. La chiusura del tratto autostradale si è imposta, nel rispetto dei protocolli di prevenzione e sicurezza adottati dalla Società, a seguito della marcata accelerazione di un sistema franoso in località Chiappetti nel comune di Quincinetto. I sensori del Sistema di Monitoraggio integrato installati da SAV, in collaborazione con il Centro per la Protezione Civile dell’Università di Firenze, lungo il versante della montagna interessata dall’evento, hanno consentito di evidenziare in tempo reale, su due punti di rilevamento, il superamento della soglia di velocità 2 con il raggiungimento del livello di criticità rosso che prevede, secondo i protocolli adottati, la chiusura del tratto autostradale con deviazione su altra viabilità e filtraggio dei mezzi pesanti.

Alla luce del miglioramento dei dati rientrati sotto le soglie di sicurezza, così come registrati nel corso della giornata, il tratto autostradale, d’intesa con gli enti preposti è stato riaperto al traffico con una corsia per senso di marcia sulla carreggiata nord a partire dalle ore 17.00. I tecnici della Società autostradale SAV in collaborazione con il Centro della Protezione Civile, la Polizia Stradale e le istituzioni locali e regionali monitorano in continuo l’evolversi della situazione”.

 

Galleria fotografica

Articoli correlati