CANAVESE - Sono ormai quasi 10mila le persone contagiate e in isolamento a causa del covid in Canavese. Nel territorio di riferimento di QC, infatti, secondo i dati aggiornati oggi dall'unità di crisi della Regione Piemonte, risultano certificati 9952 casi. Un record assoluto. Negli ultimi quattro giorni si sono registrati oltre 2100 casi in più.

Il Comune più colpito resta Chivasso con quasi 800 casi e un aumento di 171 positivi in quattro giorni. Ciriè e Leini superano quota 600. Subito dietro Ivrea. Sopra i 200 casi anche Rivarolo e Castellamonte, i Comuni più colpiti dell'alto Canavese. Rispetto alla scorsa settimana sono cresciuti i paesi covid free. Ora sono tre: Valprato, Nomaglio e Noasca.

Nelle tabelle sotto la situazione Comune per Comune.

OSPEDALI
Nonostante il boom di contagi, che segue il trend nazionale e regionale, l'apporto delle vaccinazioni sta contenendo i pazienti positivi costretti a ricorrere alle cure ospedaliere. Un dato importante perchè in questo modo potrebbero non essere necessarie ulteriori limitazioni. Ad oggi, in Piemonte, i ricoverati in terapia intensiva sono 148 (+8 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 1911 (+66 rispetto a ieri). 

Per dare un'idea, l'anno scorso, l'undici gennaio 2021, i ricoverati in Piemonte in terapia intensiva erano 117 e quelli non in terapia intensiva 2705 con 16 mila positivi in tutta la Regione: oggi sono 150 mila, invece, i positivi in Piemonte. Lo stesso dato riguarda il Canavese: un anno fa c'erano appena 1400 positivi contro i quasi 10mila di oggi.

INCIDENZA DEL CONTAGIO NEGLI ADULTI
Nella settimana dal 3 al 9 gennaio 2022 l’incidenza regionale (ovvero l’incremento settimanale di nuovi casi di Covid per 100.000 abitanti) è di 2.132.2, in aumento (+ 56.9%) rispetto a 1.358.7 della scorsa settimana. Il dato è in linea con quanto accade nel resto del Paese ed in Europa.
L’incidenza della fascia di età 19-24 anni sale a 4258.6 con un aumento del 52,7% rispetto alla settimana precedente.
Nella fascia 25-44 anni l'incidenza è di 3098.8 (+53,7%). 
Nella fascia 45-59 anni si attesta a 2306.2 (+66,3%).
Nella fascia 60-69 anni l’incidenza è 1376.5 (+59.5%). 
Tra i 70-79 anni l’incidenza è invece 873.7 (+52.6%). 
La fascia over80 è quella con l’incidenza più bassa, seppur in crescita: 564.9 questa settimana (+64,5%).

INCIDENZA DEL CONTAGIO NELLE FASCE DI ETÀ SCOLASTICHE
In età scolastica, nella settimana dal 3 al 9 gennaio, l’incidenza regionale, ovvero i nuovi casi settimanali su100 mila per le specifiche fasce di età, è in aumento rispetto alla settimana precedente.  
Nella fascia tra i 14 ed i 18 anni, l’incidenza è di 3421.9 ( + 57,2%). 
A seguire la fascia 11-13 anni, in cui l’incidenza è di 2435.9 (+ 57,5%).
La fascia tra i 6 ed 10 anni si attesta a 1915.0 (+36,7%).  
La fascia 3-5 anni registra un’incidenza di 956.5 casi (+ 57,7%).  
Nella fascia 0-2 anni, l’incidenza è di 777.3 nuovi casi (+ 40,1%).

Galleria fotografica

Articoli correlati