Il comune di Rivara ha particolarmente a cuore le festività natalizie e lo ha nuovamente dimostrato quest’anno. La festa è iniziata alle 14 con l’inaugurazione della prima edizione dei “Presepi da strada” realizzati dai bambini della materna e della primaria di Rivara, da numerose associazioni e privati provenienti da diversi paesi del Canavese. Presepi belli da vedere e importanti per l’integrazione in quanto hanno partecipato alla loro costruzione anche alunni musulmani. I lavori potranno essere ammirati in finestre, vetrine, cortili, anfratti e scantinati fino al 6 gennaio 2017.
 
Alle ore 15 alle Serre di Villa Ogliani è stata inaugurata la “Terza mostra della Tavoletta” a cui ha partecipato anche Mario Collino in arte Prezzemolo, per intrattenere i più piccoli. Circa mezz’ora dopo ha avuto inizio la prima edizione del “karaoke sotto l'albero” dal palco della piazza centrale dove si sono esibiti rappresentanti delle varie associazioni e cantanti dilettanti. I migliori sono andati in finale, alle 21, nel salone polivalente dell’Associazione Amici del Mulino. Importantissima la partecipazione delle molte associazioni rivaresi che hanno offerto gratuitamente cibo e bevande ai visitatori. 
 
Intorno alle ore 18 la manifestazione è arrivata al culmine. Prima sono saliti sul palco, insieme al sindaco Gianluca Quarelli, i rappresentanti della Protezione Civile COM 5 di Cuorgnè, che hanno annunciato che le raccolte fondi effettuate nei vari mesi per i terremotati del centro Italia hanno raggiunto la stupefacente cifra di oltre 23000 euro. In seguito l’attrice Margherita Fumero, madrina della manifestazione, insieme al sindaco, ha acceso, sulle note dell’Inno alla Gioia suonato dalla banda di Rivara, l’albero di Natale vivente più alto d’Europa. Una sequoia californiana secolare alta 35,10 metri che vive da oltre 100 anni nel parco di Villa Ogliani. Come ogni anno, a Rivara, le festività natalizie iniziano alla grande. (P.f.)

Galleria fotografica

Articoli correlati