Doppia operazione antidroga dei carabinieri di Rivara che hanno denunciato due persone per spaccio di stupefacenti. Il primo blitz è scattato l'altro giorno a Rivara, all'interno dell'abitazione di un 35enne originario di Castellamonte ma residente in paese. I militari dell'Arma erano già da tempo sulle sue tracce. Così l'altro pomeriggio è scattato il controllo domiciliare.

I carabinieri hanno così recuperato all'interno dell'abitazione quindici piante di marijuana, nascoste nel giardino che si trova alle spalle dell'abitazione, diversi grammi di marijuana già pronta per essere smerciata e altri grammi di semi di marijuana. Tutto lo stupefacente, come da prassi, è stato posto sotto sequestro dai militari dell'Arma che hanno denunciato l'ideatore della piantagione abusiva.

A Forno Canavese, invece, durante un controllo del territorio, i carabinieri di Rivara hanno fermato e denunciato un uomo domiciliato a Torino, classe 1977, trovato in possesso di tre bilancini di precisione (utilizzati per pesare la droga), 350 euro in contanti frutto dell'attività di spaccio e mezzo panetto di hashish. Tutto il materiale è stato sequestrato. Sono in corso gli accertamenti degli investigatori per ricostruire il giro d'affari in alto Canavese dei due pusher.

Galleria fotografica

Articoli correlati