L’Amministrazione comunale di Rivara, in collaborazione con il Gruppo di Protezione Civile cittadina, ci tiene a render noto agli organi di stampa, dei danni derivati dalle ultime piogge dello scorso mese di novembre che hanno provocato non poche situazione di allerta anche sul territorio rivarese, come nel Canavese in generale. Numerosi i danni che si sono registrati ai piani interrati delle abitazioni private con allagamenti, più o meno gravi, danni strutturali come frane che necessitano di interventi d’urgenza per evitare che la situazione diventi ancora più pericolosa e degeneri ulteriormente.

Entrando nel dettaglio:
- Cimitero di Camagna: nella zona antistante il parcheggio si è registrato un movimento franoso di 15 metri che dalla parte alta si muove verso il basso;
- Strada Boschetto: cedimento di circa 10 metri della scogliera costruita anni fa che lascia il vuoto sotto il ciglio della strada rendendo la zona pericolosa specialmente visto il transito di mezzi agricoli pesanti;
- Zona sottostante l’inizio di Via Forno: frana dovuta alle forti piogge con piccolo ruscello che, a causa dell’acqua infiltrata dal sottosuolo, sfogava a metà della collinetta sottostante verso il torrente Viana con pericolo sia per le case che per la strada;
- Via Camagna: fuori dal tratto interessato anni fa e per cui si stanno ultimando i lavori, un’altra piccola frana sta interessando in modo pericoloso il basamento del palo dell’illuminazione pubblica;
- Strutture pubbliche: numerose infiltrazioni d’acqua alla palestra polivalente, locali dell’ex Rosina, bocciofila. Le infiltrazioni della scuola primaria sono già state risolte grazie ai lavori al tetto dell’edificio eseguiti nei giorni immediatamente successivi.

Numerosi sono stati gli interventi della Protezione Civile presso abitazioni private, per la disostruzione di fossi e attraversamenti che hanno causato allagamenti di strade e cortili. L’Ufficio Tecnico comunale sta ultimando un resoconto ufficiale dei danni oltre alla valutazione economica degli interventi per la messa in sicurezza di quanto sopra descritto.

Galleria fotografica

Articoli correlati