Non si arrestano i tentativi - che spesso purtroppo vanno a segno - di truffa agli anziani. Finti tecnici della caldaia, impiegati, avvocati bussano alla porta delle persone sole, li convincono a farli accomodare e poi, con qualche stratagemma, li distraggono e portano loro via denaro e gioielli. L'Arma avvisa che i truffatori stanno assumendo nuove sembianze: quelle dei carabinieri.
 
A Rivara una donna di 80 anni ha ricevuto la telefonata di una donna che si è spacciata per la direttrice dell’ufficio postale nonché moglie del  maresciallo dei carabinieri. La direttrice, subito dopo, è andata a casa della vedova per controllare le banconote ma la donna le ha detto di andare via. "Ora chiamo i colleghi di suo marito per una verifica", a questo punto la signora è sparita. Indagini dei carabinieri in corso.
 
Un decalogo "in pillole" può esservi utile.
 
Un uomo tenta di entrare nella casa di una donna fingendosi un controllore del gas.
Non aprite agli sconosciuti e non fateli entrare in casa. Diffidate degli estranei che vengono a trovarvi in orari inusuali, soprattutto se in quel momento siete soli in casa;
non mandate i bambini ad aprire la porta;
comunque, prima di aprire la porta, controllate dallo spioncino e, se avete di fronte una persona che non avete mai visto, aprite con la catenella attaccata;
in caso di consegna di lettere, pacchi o qualsiasi altra cosa, chiedete che vengano lasciati nella cassetta della posta o sullo zerbino di casa. In assenza del portiere, se dovete firmare la ricevuta aprite con la catenella attaccata;
prima di farlo entrare, accertatevi della sua identità ed eventualmente fatevi mostrare il tesserino di riconoscimento;
nel caso in cui abbiate ancora dei sospetti o c'è qualche particolare che non vi convince, telefonate all'ufficio di zona dell'Ente e verificate la veridicità dei controlli da effettuare. Attenzione a non chiamare utenze telefoniche fornite dagli interessati perché dall'altra parte potrebbe esserci un complice;
tenete a disposizione, accanto al telefono, un'agenda con i numeri dei servizi di pubblica utilità (Enel, Telecom, Acea, etc.) così da averli a portata di mano in caso di necessità;
non date soldi a sconosciuti che dicono di essere funzionari di Enti pubblici o privati di vario tipo. Utilizzando i bollettini postali avrete un sicuro riscontro del pagamento effettuato;
mostrate cautela nell'acquisto di merce venduta porta a porta.
 

Galleria fotografica

Articoli correlati