RIVARA - Saranno i carabinieri del Ris di Parma ad occuparsi degli accertamenti sulla pistola utilizzata da Claudio Baima Poma, il 47enne che questa notte, a Rivara, ha ucciso il figlioletto di 11 anni poi si è tolto la vita con la stessa arma. Secondo i primi riscontri dei militari del nucleo investigativo del comando provinciale di Torino, che hanno effettuato i rilievi sulla scena del delitto, l'arma non era stata denunciata e aveva la matricola abrasa. Sono in corso le indagini per individuarne la provenienza. La pistola sarà inviata al Ris di Parma per verificare il suo eventuale utilizzo in altri episodi di criminalità.

Galleria fotografica

Articoli correlati