La cattiva abitudine di abbandonare rifiuti lontano da occhi indiscreti, purtroppo, continua a pesare sulle casse del Comune di Rivarolo Canavese. Lo scorso nove agosto, alle 10.30, la polizia municipale ha rinvenuto l'ennesimo abbandono a cielo aperto di rifiuti di vario genere. Tra questi, purtroppo, anche lastre di cemento e amianto obsolete accatastate a terra e macerie provenienti da interventi edili. Il tutto nell'area boschiva situata in Località Vercellino, nei pressi della ex discarica comunale ormai chiusa da anni. Le lastre di eternit, tra l'altro, visto lo stato, erano anche estremamente pericolose per la salute dal momento che lo sfaldamento del cemento-amianto è portatore di diverse gravi malattie. Come da prassi il sindaco Alberto Rostagno ha firmato un'ordinanza per la rimozione della spazzatura abbandonata da ignoti. Se ne occuperanno le ditte specializzate. Il costo? Ovviamente a carico della città di Rivarolo e, di fatto, a carico dei rivarolesi. (foto d'archivio)

Galleria fotografica

Articoli correlati