Atto dovuto: l'automobilista 39enne di Favria che l'altra sera ha investito e ucciso un pedone in località Vittoria, tra Rivarolo Canavese e Bosconero, è stato denunciato dai carabinieri per omicidio stradale colposo. L'uomo era al volante di una Fiat Grande Punto che, all'altezza della borgata, in quel drammatico incrocio già teatro di numerosi gravi incidenti stradali, ha falciato il pedone.

La vittima, Sergio Bevione, 80 anni, noto jazzista di fama nazionale e internazionale, stava attraversando la strada per raggiungere la pizzeria sull'altro lato della 460.

Il pensionato è morto sul colpo, sbalzato sull'asfalto dopo aver sbattuto con violenza sul parabrezza dell'auto. Lo schianto è avvenuto sulla corsia in direzione Torino. Complice la visibilità non del tutto chiara, il 39enne di Favria non ha fatto in tempo a frenare quando si è accorto che l'ottantenne stava attraversando la strada. L'urto è stato inevitabile. L'incrocio, oltretutto, benchè rappresenti lo svincolo principale per raggiungere Bosconero, è anche molto buio.

Sergio Bevione, 80 anni, contrabbasso e batteria, aveva girato il mondo con il suo «Lester young quartet». Lascia la moglie Ferdinanda e tre figli.

Galleria fotografica

Articoli correlati