Il Centro di Coordinamento regionale contro le Discriminazioni invierà una lettera al parroco di Rivarolo Canavese dopo che sul bollettino della diocesi è apparso un articolo a firma Cristina Zaccanti dal titolo "Il fenomeno gender" in cui sostiene che in alcune scuole “all’insaputa delle famiglie il bambino viene orientato all’omosessualità” e si parla di "imposizione dell’ideologia gender" fino ad arrivare ad affermare che "la pedofilia si sta configurando come una delle tante vie per soddisfare il diritto al piacere, può diventare persino un metodo pedagogico ammesso anche dall’Onu".
 
«Siamo arrivati addirittura alla teoria del complotto - commenta l’assessore alle Pari Opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti che ha dato mandato al Centro contro le discriminazioni di preparare una lettera alla parrocchia - il diritto di opinione è sacrosanto - sottolinea l’assessore - ma questo deve essere basato sulla verità. L'articolo in questione è un esempio di vero e proprio terrorismo psicologico. Siamo convinti che don Raffaele Roffino vorrà dar spazio anche alla lettera che nei prossimi giorni gli invieremo e con la quale cercheremo di fare un'informazione corretta che bilanci la disinformazione dell'articolo in questione».
 
L'articolo completo qui sotto.

Galleria fotografica

Articoli correlati