Autovelox anche sulle auto civetta in dotazione alla polizia municipale di Rivarolo Canavese. A fronte delle richieste di alcuni residenti sul presunto sfrecciare di auto all'interno del centro abitato, l'altro pomeriggio il sistema è stato testato in frazione Mastri, all'ingresso del caseggiato. Il velox, come si vede perfettamente dalle immagini scattate da un nostro attento lettore (FOTO SOTTO), è stato installato dai civich sulla Fiat Panda bianca del Comune di Rivarolo (scritte gialle sulla fiancata), senza i colori d'ordinanza della polizia municipale.

Poco più avanti, come previsto, si è invece piazzata la pattuglia dei civich (quella si, con l'auto "ufficiale") pronta a fermare i veicoli in transito «pizzicati» dal velox in incognito. La sperimentazione è stata testata a Mastri l'altro pomeriggio ma non sono stati elevati verbali: a quanto pare tutti sono transitati al di sotto dei 50 chilometri orari, limite massimo consentito in quel tratto di strada. Anche se non è la prassi non è detto che il velox in incognito non venga utilizzato anche altrove, segnalato con i cartelli mobili.

Il consiglio è quello di fare molta attenzione, come, in realtà, andrebbe fatto sempre, specie nei centri abitati. Il velox, anche se segnalato, non sarà quindi posizionato solo nei totem arancioni sparsi un po' ovunque a Rivarolo (sulla cui efficacia, ormai, ci sono enormi dubbi) ma potrà essere installato anche sulle auto senza indicazioni della polizia municipale.

Galleria fotografica

Articoli correlati