Per l’Unitre di Rivarolo Canavese-Favria-Feletto un altro anno accademico sta per iniziare, quello del 2019-2020, il quindicesimo dell'appartenenza al circuito nazionale Unitre ma ben più antica è l’attività di questo consesso associativo. «Saremo sempre più determinati nel proseguire un percorso fatto di conoscenza, cultura, confronto ed umanità, salutando e ringraziando coloro che hanno contribuito a percorrere questa strada, ma noi ricorderemo di tutti loro il contributo e la passione dedicata alla nostra Università, ed accogliendo coloro che si sono resi disponibili a condividere il nostro impegno - spiegano dall'Unitre - "La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande”, Hans Georg Gadamer. Quindi che condivisione di cultura sia». 
 
Ricordiamo le date delle iscrizioni all’anno accademico 2019-2020: le iscrizioni per l’anno accademico 2019–2020 si ricevono da venerdì 20 settembre al 04 ottobre 2019 a Rivarolo, nella saletta denominata “delle minoranze” accanto all’ingresso del palazzo Comunale di Rivarolo in via Ivrea, 58 nei giorni di Mercoledì e venerdì ore 16–18 (dal 20 settembre - 4 ottobre). Sabato: ore 10,00 – 12,00 (21 settembre - 28 settembre). Favria: presso la Biblioteca Comunale “G. Pistonatto” corso Matteotti, 8 – nei giorni di: Martedì ore 10,00 – 12,00 (24 settembre – 01 ottobre). 
 
Dopo tale data ci si può iscrivere presso la segreteria Unitre da martedì 14 ottobre 2019 durante l’orario dei corsi didattici che si svolgono nell’auditorium del liceo Aldo Moro di Rivarolo al martedì e venerdì dalle ore 15,30 alle ore 17. 
 
Inaugurazione anno accademico 2019-2020: nell’auditorium dell'Aldo Moro di Rivarolo Canavese venerdì 11 ottobre 2019 ore 15. «Quando diventammo extraterrestri. Mezzo secolo dal primo sbarco sulla Luna». Relatore: prof. Piero Bianucci. Scrittore e giornalista scientifico, Piero Bianucci è editorialista a "La Stampa", quotidiano dove per 25 anni ha diretto il settimanale "Tuttoscienze", e collabora con la radio-tv italiana e svizzera. Ha scritto una trentina di libri di divulgazione dedicati all'astronomia, alla questione energetica, alle scienze della Terra, alle telecomunicazioni e alle tecnologie di uso quotidiano. Già docente a contratto di Comunicazione scientifica all'Università di Torino, ora insegna in un Master post-laurea dell'Università di Padova. Dal 1985 organizza mostre scientifiche e "GiovedìScienza".
 
Nel 2010 ha curato i testi del Museo Lombroso di antropologia, riaperto a Torino dopo molti anni di abbandono.  Sempre a Torino nel 2011 ha progettato e realizzato il museo interattivo per bambini "XKE’-Laboratorio della curiosità". Nel 1992 la International Astronomical Union ha assegnato il suo nome al pianetino 4821scoperto da Walter Ferreri. Fino alla fine del 2017 ha diretto il mensile "Le Stelle", fondato da Margherita Hack, che ha lasciato per incompatibilità con il nuovo editore. Nel gennaio 2015 ha pubblicato "Vedere, guardare. Dal microscopio alle stelle, viaggio attraverso la luce" (UTET). Nel 2017, con il fisico Enzo Barone, "L'infinita curiosità. Breve viaggio nella fisica contemporanea" (Edizioni Dedalo). Nel 2019 "Camminare sulla Luna" (Giunti Editore). 

Galleria fotografica

Articoli correlati