Ancora pendolari a piedi sulla ferrovia Canavesana. In attesa che entrino in servizio i nuovi treni (dal 15 dicembre) quelli vecchi si rompono con una frequenza disarmante. Ne sanno qualcosa i 700 pendolari della Rivarolo-Torino che questa mattina, alle 8, sono rimasti bloccati alla stazione di Settimo. Il treno si è rotto e non è più ripartito. Ed è lo stesso treno che ha lasciato a piedi i passeggeri già due volte dall'inizio del mese. Un vero e proprio record negativo.
 
Il comitato utenti della ferrovia Canavesana ha subito scritto una lettera alla Gtt per segnalare l'ennesimo disservizio sulla linea. «Il treno in partenza alle 7 da Feletto - scrivono i pendolari - questa mattina (come peraltro già ieri e l'altro ieri) ha avuto vari problemi di funzionamento, ovvero porte che non si chiudevano, treno che si spegneva e si riaccendeva. Così per tutte le stazioni fino ad arrivare a Settimo Torinese dove il treno forse ha ceduto e non è più andato avanti».
 
I passeggeri sono stati costretti a salire (chi ci è riuscito) su un convoglio di Rfi «stipato all'inverosimile». I pendolari lamentano anche la mancata informazione da parte dell'azienda. Quando il treno si è bloccato a Settimo nessun controllore o capotreno ha avvisato gli utenti che il convoglio non sarebbe più ripartito. Un problema vecchio ma che, evidentemente, nessuno vuole risolvere. 

Galleria fotografica

Articoli correlati