Con il testo di «Canzone per un'amica», brano scritto da Francesco Guccini, la biblioteca Besso Marcheis di Rivarolo Canavese ha salutato sui social Elisa Bonavita (nella foto), la 26enne che da qualche settimana stava lavorando con profitto proprio in biblioteca come stagista, nell'ambito del progetto Pass, il percorso individuale di attivazione sociale.

«Non lo sapevi che c'era la morte, quando si è giovani è strano poter pensare che la nostra sorte venga e ci prenda per mano (...). Voglio però ricordarti com'eri, pensare che ancora vivi, voglio pensare che ancora mi ascolti e che come allora sorridi». La ragazza, questa mattina, è rimasta vittima di un drammatico incidente stradale a Rivarolo (link sotto).

E per ricordare la ragazza, venerdì la presentazione libraria che concluderà, in piazza Litisetto, alle 21.15, il ciclo di appuntamenti «I luoghi e la letteratura», sarà dedicata proprio ad Elisa Bonavita. Sarà il sindaco di Rivarolo, Alberto Rostagno, ed i colleghi della biblioteca civica a ricordare Elisa, prima di passare la parola a Sonia Morganti e a Piera Giordano, le due scrittrici ospiti della serata.

Galleria fotografica

Articoli correlati