700 biglietti colorati per lanciare la prima campagna "social network" destinata ai giovani del Canavese. Questa mattina, grazie al prezioso aiuto di alcuni volontari, l'ingresso dell'Aldo Moro di Rivarolo si è colorato per l'esperimento "Stacca, attacca e tagga", destinato agli utenti di Facebook, e "Stacca, attacca, hashtag" per Twitter. Un esperimento mai tentato prima in Canavese.

I ragazzi (e non solo) potranno staccare i bigliettini colorati per riattaccarli su ciò che ritengono caro e "canavesano". Non a caso i bigliettini riportano il logo "Made in Canavese". Una volta scelto l'obiettivo, foto e condivisione su Facebook, direttamente sulla pagina di Quotidiano Canavese, o su Twitter con l'hashtag Qcanavese.

Un modo nuovo per raccontare, grazie alle immagini, il nostro Canavese. I contributi saranno immediatamente visibili grazie ai social network.

Galleria fotografica

Articoli correlati