Sabato a Villa Vallero, prestigiosa location rivarolese, è iniziato il corso di preparazione per i test universitari a numero chiuso dell'Area sanitaria (Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Fisioterapia e professioni sanitarie) promosso per il sesto anno consecutivo dagli ex allievi dell'Aldo Moro di Rivarolo Canavese. Una quarantina i ragazzi che seguiranno il corso nonostante il governo abbia annunciato l'abolizione del numero chiuso per alcune facoltà dell'area di medicina. Alla prima lezione di sabato presenti anche il sindaco Alberto Rostagno e l'assessore Costanza Conta Canova.

Una situazione ancora work in progress che non è stata confermata. Tanto che i promotori del corso, diretto da Maria Pia Zulian, hanno deciso di andare avanti comunque. «L'iter legislativo è ancora lungo - spiegano - ed è improbabile che l'abolizione del test di ingresso a Medicina entri in vigore nel 2019. Oltretutto le capacità logistiche delle università non sono in grado, al momento, di rispondere alle esigenze di un numero elevato di studenti».

Le lezioni, per motivi di non sovrapposizione con il calendario scolastico degli studenti del quinto anno e con l’attività lavorativa dei docenti saranno svolte il sabato pomeriggio dalle ore 14 alle ore 17, per un totale di 22 lezioni (20 di lezione frontale e 2 per i test), dal 20 ottobre 2018 fino al 4 maggio 2019 (rispettando le Festività). A conclusione del corso verrà rilasciato un attestato delle ore effettivamente seguite.

Il corso sarà tenuto dagli ex allievi dell’IIS Moro, Benedetta Elena Fornasari, Laurea Magistrale in Biologia Molecolare e Cellulare con 110/110 e lode, Andrea Iannello, Laurea Magistrale in Biologia Molecolare e Cellulare con 100/110, Simone Merlo, Laurea Magistrale in Ingegneria dei Materiali Alta Scuola Politecnica con 110/110 e lode, Enrico Simonetto, Laurea Magistrale in Fisica con 110/110 e lode.

Galleria fotografica

Articoli correlati