Un uomo di 40 anni residente a Samone è stato denunciato dal Corpo forestale dello Stato per aver bruciato quintali di rifiuti nei boschi della Pedanea. Gli agenti della forestale gli stavano dietro già da parecchio tempo dal momento che l'uomo potrebbe aver appiccato altri roghi simili, sempre per bruciare cumuli di rifiuti. Nel mirino delle indagini sono finiti almeno quaranta incendi sospetti. Che solo per puro caso non sono sfuggiti di mano al quarantenne diventando pericolosi per la vegetazione e i paesi della zona.
 
Pare che il quarantenne di Samone desse fuoco ai rifiuti per estrarne le parti ferrose, in modo da poterle rivendere. L'uomo, denunciato alla procura d'Ivrea, rischia da tre a sei anni di reclusione e multe salatissime, fino a seimila euro. Gli agenti hanno anche sequestrato il mezzo con il quale il soggetto, l'altra mattina, si stava portando in mezzo ai boschi per recuperare il materiale ferroso dopo l'ennesimo incendio ad un cumulo di rifiuti. Le indagini proseguono.

Galleria fotografica

Articoli correlati