SAN BENIGNO CANAVESE - Rischia una denuncia per procurato allarme il 17enne di San Benigno Canavese che domenica scorsa, nel pieno dell'emergenza coronavirus, ha diffuso sui propri profili social un'immagine fake scrivendo di essere stato contagiato e di trovarsi in ospedale, a Torino, in quanto risultato positivo al tampone.
 
Nell'immagine, che faceva il verso ad un telegiornale di Sky, era chiaramente indicato San Benigno Canavese come paese di residenza del ragazzo, specificando «allarme coronavirus nel piccolo Comune di 6000 abitanti». L'idea di diffondere lo scherzo sui social potrebbe adesso costare caro al giovane. L'amministrazione comunale ha segnalato il caso ai carabinieri.
 
Dai profili del 17enne, come ovvio, la segnalazione farlocca è stata puntualmente eliminata ma tanto è bastato per generare un po' di panico gratuito. Specie per la realtà di San Benigno. L'immagine, infatti, in pochi minuti, è stata condivisa e spedita via whatsapp a decine e decine di persone. Per fortuna non era nemmeno un falso allarme ma una notizia del tutto inventata.

Galleria fotografica

Articoli correlati