SAN BENIGNO CANAVESE - I carabinieri della compagnia di Chivasso hanno arrestato un 31enne di San Benigno per maltrattamenti in famiglia. Venerdì scorso l'uomo ha picchiato il fratello maggiore e poi ha minacciato di morte i genitori con un coltello da cucina. Forse a provocare l'escalation di violenza è stato il fatto che il 31enne, subito prima di Natale, ha perso il posto di lavoro.

Il fratello è stato costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso: dimesso, se la caverà con dieci giorni di prognosi. In ospedale è finita anche la madre, sotto shock per l'accaduto. In realtà, secondo quanto hanno potuto ricostruire i carabinieri di Volpiano, non era la prima volta che il 31enne sfogava le proprie frustrazioni in famiglia. Solo che nessuno lo aveva mai denunciato benchè gli episodi di violenza si trascinassero ormai da tempo.

Venerdì, invece, il fratello è riuscito a scappare trovando rifugio dai vicini. Da lì ha chiamato il 112. Quando i carabinieri sono arrivati hanno trovato il 31enne che provava a sfondare la porta del vicino evidentemente per raggiungere il fratello. Per questo motivo è scattato l'arresto poi non convalidato dal giudice del tribunale di Ivrea. (immagine d'archivio)

Galleria fotografica

Articoli correlati