SAN GIORGIO CANAVESE - E' andato in archivio in anticipo il carnevale di San Giorgio Canavese. L'ordinanza della Regione sul coronavirus ha ovviamente bloccato anche la festa di San Giorgio. Il Generale Nicolas Gallicchio ha scritto un apprezzato pensiero su quanto accaduto in questi giorni affidandolo alla propria pagina Facebook.
 
«E dire che la giornata era cominciata come sempre. Con quel clima che mi fa ricordare i carnevali passati, il cielo azzurro e la temperatura che già fa pensare alla primavera. Senza parlare della magnifica accoglienza che ci hanno dato tutti i bambini presenti oggi . Bambini meravigliosi e stupendi, che mi hanno colpito molto in particolare una bambina che ci guarda e dice: "che belli che siete e che eleganza sopratutto". Ancora incredulo di essere li, troppo incredulo. Incredulo di essere riuscito ad avverare il mio sogno, il mio sogno da quando sono piccolo. Per quello che è stato, è stato uno dei carnevali più belli della mia vita. Voglio ringraziare tutti. La proloco sempre disponibile, affidabile e con persone meravigliose pronte ad aiutare il prossimo. In particolare la mia cuginetta. Il Comune, in particolare il nostro sindaco Andrea Zanusso, che ci accolto in modo stupendo fin dal primo giorno. I miei genitori, che mi hanno sostenuto fin dal primo giorno nella realizzazione di questo mio più grande sogno. Il corteo composto da dame, alfieri e paggetti che mi hanno accompagnato in questa magnifica avventura. La castellana, che è stata fondamentale, lei che mi ha sostenuto fin dal primo giorno e che mi ha accontentato fin dalla prima proposta, mandandomi una sua foto per chat con su scritto: "ti presento la tua castellana". La mia parrucchiera di fiducia che insieme al suo staff mi ha sopportato tutti i gironi.  La fiorai di fiducia, che ci ha accontentato in tutto e per tutto! Il popolo Sangiorgese e non solo ... che non ha fatto altro che riempirci di complimenti, applausi, urla e molto altro. I giornali, e tutti i giornalisti che ci sono stati dietro, con tremila telefonate al secondo, tremila interviste e mille messaggi». 
 
Poi è arrivata la notizia dello stop al quale anche la manifestazione di San Giorgio ha dovuto ottemperare. «Incominciava a girare voce che forse sarebbe saltato tutto. Continuavo a ridere e a divertirmi, dopo ho cominciato a realizzare tutto - spiega il Generale - dopo la riunione straordinaria in Comune con sindaco, assessori e presidente della Pro loco si è deciso di sospendere anche il nostro carnevale. La Regione ha preso la stessa decisione già assunta in Veneto. Ivrea ha dovuto adeguarsi. San giorgio, come tanti altri paesi, anche. Il rischio e l’emergenza in corso non vanno assolutamente sottovalutati. È stato tutto magnifico. Grazie di cuore a tutti».

Galleria fotografica

Articoli correlati