La seconda sezione della Corte suprema brasiliana ha autorizzato l'estradizione di Patrick Assisi di San Giusto Canavese, condannato per traffico internazionale di droga dal Tribunale di Ivrea e arrestato lo scorso luglio, insieme al padre Nicola, sulla costa di San Paolo in Brasile.

Quello di Assisi è un volto noto in Canavese dal momento che la villetta di famiglia, poi confiscata dallo Stato, è diventata uno dei simboli del territorio nella lotta alla 'ndrangheta (nella foto). Padre e figlio sono stati arrestati al termine di un blitz condotto dalle forze dell'ordine locali in collaborazione con l'Interpol e i carabinieri. I due, che erano ricercati dal 2015, sono sospettati di essere emissari della 'ndrangheta calabrese in Sud America.

La decisione della corte brasiliana ora avvia il processo legale di estradizione che dovrà essere formalmente compiuto dal ministro della Giustizia e della Pubblica sicurezza di Brasilia. Solo successivamente il 30enne potrà tornare in Italia per scontare la pena.

Galleria fotografica

Articoli correlati