È il giorno che dà inizio alla manifestazione dello Storico Carnevale di Ivrea. Il 6 gennaio escono per la prima volta Pifferi e Tamburi che girano per la città, suonando le pifferate. Sempre lo stesso giorno avviene anche l’investitura del Generale in piazza di Città. Il gruppo dei Pifferi e Tamburi trae le sue origini dalle bande militari che accompagnavano anticamente gli eserciti. La data di costituzione risale al 1808, anche se la loro tradizione musicale è di fatto accertata fin dal XVI sec.
 
I Credendari portano il loro saluto al Magnifico Podestà alla presenza dei gruppi storici. Segue la cerimonia del Sale e del Pane e il Corteo del Gruppo Storico, i Credendari insieme al Podestà, i Pifferi e Tamburi.   
 
La giornata si conclude con la messa in Duomo e la Cerimonia dei Ceri in cui il Magnifico Podestà, accompagnato dal suo seguito e dal Gruppo Storico i Credendari, fa dono al Vescovo del cero votivo per invocare la protezione della Madonna sulla città. Questo momento si ispira a una cerimonia antica che si svolgeva nella cappella dei Tre Re sul Monte Stella, edificata intorno all’anno 1220 su consiglio di San Francesco d’Assisi.
 
Di seguito il programma dettagliato della giornata
08.30 Ritrovo Pifferi e Tamburi in piazza di Città
09.00 Partenza dei Pifferi e Tamburi e marcia di apertura del Carnevale 2019 nelle vie del centro cittadino
12.00 Investitura ufficiale del Generale 2019 in piazza di Città, androne del Palazzo Municipale
14.00 Saluto dei Credendari al Magnifico Podestà alla presenza dei Gruppi Storici in piazza di Città. Cerimonia del Sale e del Pane. Partenza del Corteo del Gruppo Storico de I Credendari verso la Cappella dei Tre Re al Monte Stella.
14.40 Arrivo dei Credendari e del Podestà alla Cappella dei Tre Re
15.35 Partenza del corteo dei Credendari e del Podestà da piazza Ottinetti e arrivo in Duomo
16.00 Santa Messa in Duomo alla presenza delle autorità cittadine, del Generale 2019 e di tutte le Componenti dello Storico Carnevale e Cerimonia dei Ceri: il Magnifico Podestà, accompagnato dal suo seguito e dal Gruppo Storico I Credendari fa dono a Monsignor Vescovo del cero votivo per invocare la protezione della Madonna sulla Città (una cerimonia antica che si svolgeva nella Cappella dei Tre Re sul Monte Stella, edificata intorno all’anno 1220 su consiglio di San Francesco d’Assisi).

 

Galleria fotografica

Articoli correlati