Indagini a 360 gradi per chiarire dinamica e movente del tentato omicidio di oggi pomeriggio in strada Montalenghe a San Giorgio Canavese. La vittima dell'agguato, 44 anni, è stato colpito da un proiettile in faccia. E' stato trasportato d'urgenza prima all'ospedale di Ivrea e poi al Giovanni Bosco dove è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico. Le sue condizioni sono gravissime.

Si tratta di un uomo di origini sinti, nato in Francia ma da molti anni residente tra San Giusto e San Giorgio. E' stato colpito nel cortile di casa, davanti all'ingresso della propria abitazione.

Secondo gli inquirenti potrebbe trattarsi di un regolamento di conti ma, al momento, nessuna pista è esclusa. I carabinieri della compagnia di Ivrea hanno raccolto numerosi reperti sulla scena dell'agguato. Chi ha sparato è riuscito a dileguarsi rapidamente da San Giorgio approfittando del fatto che la villetta della vittima si trova in una zona periferica del paese, vicino all'autostrada, e con pochissime case nelle vicinanze.

L'agguato è andato in scena poco prima delle 14 a poco più di un chilometro di distanza dalla villetta nella quale, il 30 settembre del 2017, venne ucciso un uomo nel corso di una sparatoria.

Galleria fotografica

Articoli correlati