Si chiamava Elisa Bonavita e abitava a Rivarolo Canavese la ragazza classe 1993 che questa mattina ha perso la vita a seguito di un drammatico incidente stradale. La ragazza, in sella alla propria bicicletta, era diretta verso il centro di Rivarolo quando un camion cisterna l'ha travolta all'incrocio tra via San Francesco e via della Lumaca. Il mezzo pesante, svoltando a destra, ha agganciato la bicicletta della 26enne, trascinandola per alcuni metri. Purtroppo la giovane è finita sotto le ruote della cisterna ed è morta sul colpo.

A dare l'allarme, oltre ad alcuni passanti, è stato lo stesso autista del camion, un italiano di 43 anni residente a Torino. L'uomo ha fermato immediatamente la corsa del mezzo pesante ma per la ragazza tutti i soccorsi sono stati inutili. Quando l'equipe del 118 ha raggiunto il luogo dell'incidente, la 26enne era già morta. La strada è stata subito bloccata al traffico per permettere i rilievi da parte degli agenti della polizia locale di Rivarolo. L'autista del camion è stato poi accompagnato al pronto soccorso di Cuorgnè in evidente stato di shock.

Secondo i primi accertamenti il camion stava svoltando in via della Lumaca dopo aver scaricato benzina e gasolio nel vicino benzinaio di via Favria. Una manovra consentita: in quel punto, infatti, i mezzi pesanti sono obbligati a girare in via della Lumaca per non transitare nel centro storico della città. Sul posto sono intervenuti il sindaco Alberto Rostagno e gli assessori Francesco Diemoz e Costanza Conta Canova. Per la città una tragedia assurda, come quella del 9 giugno 2015, non troppo dissimile per dinamica e drammatico bilancio (link sotto).

Elisa da qualche mese lavorava come stagista nella biblioteca comunale Besso Marcheis di Rivarolo. Era molto conosciuta e ben voluta anche per il suo impegno civico. Alle 9 di questa mattina, quando è stata investita dal camion, stava percorrendo via San Francesco in bici per raggiungere proprio la biblioteca civica e iniziare il lavoro giornaliero.

Galleria fotografica

Articoli correlati