Era un vigile del fuoco in servizio al distaccamento di Ivrea l'automobilista che ha perso la vita ieri sera, a Vestignè, a seguito di un drammatico incidente stradale sulla provinciale 78 per Borgomasino. Si chiamava Ivan Ferrero e aveva 37 anni. Stava rientrando a casa, a Saluggia (in provincia di Vercelli), dopo aver terminato il turno di lavoro. Il suo Fiat Doblò, per cause ancora in fase di accertamento, si è scontrato con un'Audi A3 che procedeva in senso opposto. Al volante un ragazzo di 31 anni, Simone C., anche lui residente in provincia di Vercelli, a Livorno Ferraris. Quest'ultimo è stato soccorso dal personale del 118 e trasportato in elicottero al Cto di Torino. Ha riportato in trauma addominale: se la caverà con trenta giorni di prognosi.

L'urto è stato violentissimo, come dimostrano le immagini. Il motore dell'Audi è rimasto in mezzo alla carreggiata stradale mentre la vettura ha terminato la propria corsa una cinquantina di metri più in là. Il Doblò, invece, è finito nel fosso a lato della carreggiata in direzione Borgomasino. Ferrero è morto sul colpo. Quando il medico del 118 lo ha raggiunto il suo cuore aveva già smesso di battere. La dinamica del sinistro è al vaglio dei carabinieri di Borgomasino. La provinciale è rimasta chiusa al traffico per diverse ore.

E' toccato ai colleghi vigili del fuoco di Ivrea e Castellamonte, straziati dal dolore, recuperare il corpo dello sfortunato pompiere 37enne, rimasto incastrato tra le lamiere della vettura.

Galleria fotografica

Articoli correlati