I carabinieri della compagnia di Ivrea hanno arrestato in flagranza di reato un uomo, italiano, per tentato incendio boschivo. Alle 21.30 circa dell’8 dicembre due cittadini hanno segnalato ai carabinieri un uomo notato a bordo di una utilitaria mentre si aggirava con fare sospetto ad Alice Superiore, sulla provinciale 68, all'altezza del chilometro 6, che costeggia una zona boschiva dove poco prima erano stati trovati e spenti alcuni inneschi di incendio realizzati con materiale infiammabile usato per l’accensione di fuochi domestici.
 
Raggiunto poco dopo dai militari presso la sua abitazione e sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di due fiammiferi usati, nascosti sotto il tappetino anteriore lato passeggero della propria autovettura. Condotto in caserma, ha poi ammesso di essere stato lui a dare fuoco al materiale infiammabile, gettandolo in più punti nei pressi della zona boschiva di Alice Superiore. 
 
L’uomo è stato quindi dichiarato in arresto per tentato incendio boschivo e, su disposizione della Procura di Ivrea, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa della convalida dell’arresto. Probabile disagio personale e familiare alla base del gesto. Indagini in corso da parte dei carabinieri. Massimo riserbo, da parte degli inquirenti, sull'identità del soggetto.

Galleria fotografica

Articoli correlati