VALPERGA - La Croce Bianca del Canavese, sabato scorso, 12 settembre, seguendo le indicazioni sulla prevenzione ai tempi del covid, ha inaugurato due nuove ambulanze: una in memoria della famiglia Macario e Bria, l'altra alla famiglia Oria e Bianco. Non solo: nell'occasione sono stati presentati il restauro della campagnola grazie al contributo dei volontari in memoria della famiglia Morello e Fenoglio Gaddò, la Panda in memoria della famiglia Macario e Bria e la tenda pneumatica grazie all'impegno dei volontari. È stato donato un multiparametrico per l'ambulanza d'emergenza da un volontario in memoria del papà.

Nel corso della giornata è stato comunicato inoltre che il vecchio pullmino è stato donato all’Associazione Andirivieni, così come la vecchia ambulanza che è stata donata per il progetto «Pompieri senza frontiere» e andrà a prestare servizio in Mali. Inoltre sono stati consegnati gli attestati del corso 118 ai nuovi volontari. «Abbiamo avuto il piacere della presenza a questo evento di Don Alexander Rachiteanu per le benedizioni ringraziandolo per le splendide parole dedicate al mondo del volontariato - fanno sapere dalla croce bianca - si festeggiavano inoltre i 45 anni dell’associazione e la ristrutturazione dell’immobile, tali festeggiamenti verranno rimandati a tempi più propizi e alla fine dei lavori che stanno volgendo al termine». 

L'associazione ha anche rinnovato il direttivo. Presidente Antonio Arcuri. Vice Luciano Coha. Tesoriere Aurelio Cantarella. Responsabile materiale sanitario, acquisti e formazione Franco Fava. Segretario e pubbliche relazioni Michela Boetto.

Galleria fotografica

Articoli correlati